Blog

May 06 2019

02-12-2017 da ESCORTFORUMIT: BOLOGNA

Data dell'incontro

Utente

Città

Aspetto

Servizi

 

02.12.2017

 klimt_77

1 Recensioni

Bologna

 ⭐⭐⭐⭐⭐   

🌟🌟🌟🌟🌟

 

A proposito della riunione:

Posto:

Al suo appartamento

Durata:

60 minuti

Prezzo:

150

Aspetto e Servizi:

Aspetto:

9.0

Servizi:

10.0

Rating:

91.6

Ha anche fornito questi servizi:

Baciare:

Bacio con lingua

Blowjob:

Blowjob scoperto

Venire:

Venire in bocca con sputo

69:

Si

Sesso Anale:

No

Sesso:

entusiasta

Rapporti per più volte:

Si, più volte

Seno:

Reale

Attitudine:

Elegante

Conversazione:

Intelligente

Disponbilità:

Succhiare

Le foto:

Genuino

Commenti sul servizio:

rapporto qualità prezzo ineguagliabile nel panorama desolante dell'Italia Settentrionale

Recensione:

Ci sono le donne. Ci sono le femmine. Poi ci sono le Donne-Donne. Degli esseri rari e speciali che uniscono in sé il meglio dell’intero genere femminile. Ludovica sicuramente è una Donna-Donna. Un essere unico che ha dentro un fuoco che riscalda e in un attimo si trasforma in incendio ed avvampa. Questione di feeling, certo. Di quel "quid" che scatta fatalmente fra le persone. A me è successo, appena ieri, 2 dicembre 2017. Una data che di certo ricorderò. Come quando avvicini un fiammifero alla benzina. La reazione è immediata e ti illumina di una gratitudine infinita, perché realizzi che al mondo esistono, donne di questo tipo. Conosciuta solo ieri. E da subito mi sono sentito in colpa per averne ignorato finora l’esistenza. Dov’ero? Cosa “cazzo” stavo aspettando prima di questa botta di vita? Provo a raccontarlo. Qualche settimana fa, per pura curiosità, l’ho contattata tramite email e Whatsapp e fin da subito, ne ho ricevuto una impressione piacevole, di estrema professionalità. Educata, precisa, chiarissima nelle regole che pretende dai suoi potenziali clienti. . Una mente razionale e “tedesca” nella gestione dell’appuntamento. Fissiamo l’incontro per sabato 2/12 e da subito inizio mentalmente un gioco mentale: provo a immaginarmela questa donna che già fin dalle foto, colpisce per la freschezza del sorriso e dello splendido corpo. Mi pare di intuirla la sua originalità. Rispetto a tante altre escort Ludovica interpreta il suo ruolo con leggerezza, con allegria e un piccolo tocco di follia che crea un mix irresistibile. Come la schiuma di bollicine di una coppa di Dom Pèrignon. . Queste le mie sensazioni ogni volta che ci siamo scambiati un commento o un “botta e risposta” su whatsapp . . Ieri infine la vado a trovare. Voglio capire se quello che ho intuito corrisponde al vero. Palazzo in zona Massarenti. La chiamo e mi guida con esattezza e cortesia al suo terzo piano. . Me la ritrovo davanti, capelli neri e occhi verdi, luminosissimi. L’abbraccio, mi abbraccia. Mi bacia leggermente. Come un breve assaggio preliminare, ci sfioriamo le labbra. Intercetto una carica elettrica che mi fa rabbrividire. La mangio con gli occhi e lei fa lo stesso con me. Mi vuole conoscere, non si accontenta di un freddo e distaccato contatto. Tutto ciò che attiene al rapporto commerciale passa in secondo piano, sbiadisce. Al centro della scena ora ci siamo noi due. Due persone che parlano, scherzano, sorridono, mentre i due corpi già si preparano a quello che succederà a breve. Ma in questi momenti iniziali ciò che splende è l’intesa mentale. Il restare appesi per gli occhi. . Siamo sull’orlo di un abisso. Tra poco sarà il sesso, l’intesa dei corpi, il trionfo della carne, ma ora è la festa dei brividi, degli sguardi, di brevi assaggi di labbra. Le sue sono morbide e dolci. Celebriamo quest'ingorgo di emozioni, con un brindisi e un dolcetto che ho portato per l’occasione . Ludovica poi mi si siede sulle gambe. Come due liceali, come due innamorati giochiamo il gioco delle carezze ancora da vestiti. . Poi decide che è l’ora di andare. Mi guida alla camera e al bagno. Appartamento ben tenuto anche se un poco datato. Lei mi precede, le lascio la precedenza e si lava in mia presenza. Poi mi consegna la salvietta mia personale. Mi lavo con piacere, guidato dalla sua magnetica presenza. Estrema franchezza, estrema disinvoltura, mi pare di conoscerla da sempre! Lei ci scherza sopra: "Ci siamo conosciuti in una vita precedente?" "Non lo escludo! - rispondo io ridendo. Ci scherzo sopra, ma sento che è stata detta una verità. Questo feeling è pazzesco. Mi sento a casa con lei, anche se apparentemente l'ho appena conosciuta . Poi ci avviamo alla camera da letto. Lei sculetta come una odalisca, con un culo da favola che pare vivere di vita propria. Un culo che promette un intero universo di delizie . Che dire? Faccio un bilancio istantaneo di questa fase preliminare. E’come re-incontrare una vecchia amica, una fidanzata che di te, sa intuire ogni pensiero. Ti precede e sa intercettare i tuoi desideri. Mente splendida, scattante, fluida. Empatia da vendere. . Ma passiamo alla parte più concreta. In camera, mi fa spogliare e ci adagiamo sul letto. Continuiamo a parlare, tenendoci per gli occhi. C’è una forza tremenda in questo tipo di sguardo. Non riesco a distogliere il mio sguardo dal suo, da quei due laghi di un magnetismo assoluto. . Ma una volta che è distesa sul letto è l’occasione per contemplarla. Fisico curatissimo, un corpo guizzante, flessibile, sinuoso. Le curve al posto giusto, un sedere armonioso che meriterebbe l’attenzione di Canova o di Cellini. Un corpo che sa risplendere pur non avendo più vent’anni. Perché la carne in certi rari casi, ha uno splendore perfino spirituale e la curva delle sue anche rimanda all’Arte, al fremito di passione che arriva a farti arricciare la schiena e la pelle, come ti accade ogni volta, davanti a certi capolavori. . Non posso non dirglielo. Le faccio i complimenti per la pelle liscia e il gran bel fisico. Ha delle tettine da adolescente, estremamente reattive, con capezzoli che è un peccato non succhiare, su un corpo che conosce la pienezza della maturità. Un mix perverso e perfetto. . Lei si schernisce sentendosi in colpa di aver messo due-tre chili che io proprio non riesco a vedere. Comincia a giocare col mio giocattolo e in un attimo mi ritrovo con lei che lo imbocca e continua a cercarmi con gli occhi. Ora è davvero una gatta. Una fiera indomita e orgogliosa del suo potere su di me. . Me lo impugna con sicurezza e e lo imbocca con una tecnica impeccabile. Per un attimo scherziamo: “sai che le donne bolognesi sono famose per i rapporti orali?” Io confermo col capo e le rispondo:- “Ora vediamo se ti si può dare la cittadinanza onoraria! Dai proviamo poi ti do il voto e ti dico se la prova è superata” Lei sorride e la prende come una sfida. Le chiedo se la posso leccare, lei annuisce e ci mettiamo a 69. La sfida è lanciata, ma per quanto mi impegni sulla sua patatina profumata, è lei che si avvantaggia e mi porta nel giro di pochissimi minuti al punto di non ritorno. Inconsciamente vorrei trattenermi, come a prolungare quel piacere che mi invade attraverso il tocco della sua lingua e la pressione della sua bocca. . Invece, poi, in ultimo lampo di lucidità, mi rifiuto. Perchè cazzo trattenersi?! Le grido :”Siii ! Fammi arrivare ”. Lei non se lo fa ripetere, incrementa il ritmo degli affondi. Le esplodo in bocca a più riprese, le contrazioni mi risalgono lungo la spina dorsale come ondate di piacere che si infrangono fino alla testa e alla mente che per un minuto buono resta in apnea. Non capisco più niente. Lei si riempie la bocca poi si alza e va a risciacquarsi. Poi ritorna, la accolgo con gratitudine. Mentalmente penso che era proprio questo di cui avevo bisogno: una donna che è più di una donna. E’ un anima attenta e quasi una sciamana. . Finalmente una donna con cui essere schietto, sincero, diretto, senza tabù. Libertà assoluta lei non pone divieti. Sdraiato sul letto con lei a fianco sento che il mondo è un luogo accogliente. Accogliente come il suo sesso, come il suo culo, come i suoi occhi, verdi e splendenti. La passione glieli accende. Mi trasmette euforia, un calore che entra dolcemente nelle vene come un bel vino rosso. Non è forse questa la passione? mi chiedo. Mi rispondo: è pura estasi poter restare cosi con una donna. Ricominciamo le danze. Mi riaccende con la bocca ed mi infila la protezione con un virtuosismo delle labbra. Lo apprezzo, poi appena calzato si accerta che abbia la consistenza che serve Me lo raddrizza per bene con pochi tocchi della sua incantevole bocca. E dichiara candidamente: ora però ti voglio cavalcare! Le rispondo:” E io ti voglio riempire” E' la verità. Sento impellente la voglia di di sentire le sue pareti interne dilatarsi per contenermi. Voglio l'attrito, voglio sentirla piena di me. Mi viene sopra e si impala. Da lì in poi, capisco poco. Mi sembra di essere entrato in un vortice, La sento tantissimo mentre ruota il bacino sul mio giocattolo che le resta ben piantato dentro. Come un palo attorno a cui ruotare. E’ una centrifuga: movimenti circolari e poi variazioni di inclinazione. Avanti e indietro per esaltare l'attrito Poi via a pecorina. L’altezza del letto non aiuta per nulla ma lo spettacolo del suo sedere completamente disponibile e aperto per le mie penetrazioni, vale da solo l’intero biglietto. Accelero e le afferro le anche, sbattendole contro di me. C'è silenzio adesso. Si sente soltanto il suono della carne che sbatte contro altra carne. Un suono che adoro. Un suono sacro. La melodia che dai tempi dei tempi unisce un uomo e una donna in una danza di piacere. Il ritmo si fa frenetico, voglio arrivare. Nonostante che di solito fatico molto a venire una seconda volta Ludovica asseconda i miei movimenti. Arrivo di nuovo. Per la gratitudine vorrei baciarle tutta la schiena e risalirla tutta fino alla bocca. Per concludere con un bacio profondo questo sabato pomeriggio da ricordare. Ludovica è una donna estremamente consapevole: del suo fascino e del suo potere sugli uomini. Conosce ogni risvolto dell’immaginario maschile. Ti cattura nel fascio del suo potere sensuale. Partiamo dagli occhi. Ne vogliamo parlare? Occhi cangianti verdi e in certi sguardi chiari abbaglianti. Occhi guizzanti come occhi di tigre o di animale selvatico. Durante il rapporto sfoggia l’intera gamma delle sue frecce. Ti si dona integralmente. Sul serio, per quel tempo che condividi con lei, è la tua fidanzata che non pone divieti ma ti si dedica totalmente. questo si chiama "dedizione" ed è merce rara nel mondo delle escort per lo più scoglionate e quasi assenti mentre meccanicamente eseguono il rapporto. Con Ludovica è tutto il contrario, Lei lo sa e ne fa un suo punto di forza. Giustamente. Perchè sa che un uomo un vero uomo è questo che cerca come oro. Sentirsi al centro delle attenzioni di una donna libera e consapevole. . Se l’Anagrafe sostiene che si tratta di una quarantenne, il suo corpo smentisce clamorosamente questo dato. Lo posso testimoniare tranquillamente. Mentre la prendevo, ho avuto la netta sensazione di vedere trasparire il suo corpo di ventenne. Lo slancio, il fascino di una adolescente, dentro la sapienza di una donna completa, e completamente presente a se stessa. Un plus! . Esperienza assolutamente da ripetere. Da un punto di vista più razionale posso dire che nel desolante panorama delle Escort che operano nell’Italia settentrionale ( dalle glaciali ventenni russe, fino alle squallide rumene o alle volgari brasiliane) Ludovica è una mosca bianca. . Non ha paragoni. E’ un pezzo unico. Nel rapporto qualità/prezzo è superiore a qualunque donna incontrata finora . “Ludovica”... un nome che una volta conosciuta di persona, ti regala brividi e una lieve e costante erezione, solo a pensare il suo nome... . Credo che la prossima volta le proporrò di diventare ufficialmente la mia LUDO-TECA ufficiale. Il mio parco-giochi a tema. Stupefacente. Un avvertimento: fate attenzione: crea dipendenza.